sofferenze bancarie

Aggiornamenti sulla cartolarizzazione delle sofferenze bancarie

La garanzia sulla (Gacs) ovvero la cartolarizzazione delle sofferenze bancarie dovrebbe entrare a pieno regime fra fine luglio e inizio agosto.
Il decreto attuativo atto a disciplinare tutti gli aspetti di questa manovra è quasi pronto è l’obiettivo di tutti è quello di emanarlo prima della pausa estiva, questo è quanto dichiarato da una fonte molto vicina ai fatti.
Questa garanzia è limitata alle trans senior delle cartolarizzazioni ovvero quelle che risultano essere più sicure e che sopportano per ultime le perdite eventuali che derivano dai recuperi sui crediti che risultano essere inferiori alle attese.

Questo tipo di garanzia può essere richiesta direttamente al tesoro delle banche che cartolarizzano e devolvono i crediti ad entità individuali secondo l’accordo raggiunto con la Commissione Europea.

Il prezzo che poi verrà versato allo Stato è stato calcolato prendendo come riferimento i prezzi dei cds degli emittenti italiani che hanno un livello di rischio corrispondente a quello dei titoli garantiti.

In questo momento vi è un po’ di ritardo in quanto il decreto attuativo sarebbe dovuto entrare pienamente in vigore a metà giugno.

La Banca Popolare di Bari dovrebbe essere la prima che attingerà alla Gacs che ha in programma la cessione di non performing loan per il valore di un miliardo.